Dr Giorgio Del Gobbo
Dr Giorgio Del Gobbo | Traumatologia e Riabilitazione

ma chi le fa le leggi?

Novembre 17th, 2018 by admin

E’ appena uscito (e fortunatamente già bloccato dal TAR Lazio) un decreto del Ministero della Sanità che regola l’ utilizzo della risonanza magnetica. Qualche mente illuminata ha deciso che ogni esame debba essere presenziato dallo specialista radiologo che in pratica accoglie il paziente, gli fa l’ anamnesi, lo sistema sul tavolo, decide quali sequenze effettuare, le esegue, lo fa scendere e, questo è opzionale, alla fine lo omaggia di un simpatico gadget. Qualche considerazione. La risonanza magnetica, come l’ ecografia, non ha alcuna emissione di radiazioni ionizzanti e non vedo perchè dovrebbe rientrare tra gli esami radiologici. E poi, il tecnico radiologo allora a che serve? Possibile che solo il medico  specialista  sia in grado di raccogliere l’ anamnesi per un esame che, a parte il pace – maker, non presenta in pratica controindicazioni o rischi? Tra l’ altro il radiologo, tra le varie figure mediche non ha quasi mai contatti col paziente e pertanto è forse quello meno indicato a raccogliere un’ anamnesi precisa. E a proposito di controindicazioni, il campo magnetico va da 0,2 a 4 Tesla per i  vari macchinari, una differenza enorme! I bassi campi settoriali, utilizzati per l’ osteoarticolare, ormai verranno utilizzati anche per chi ha un pace – maker e possono tranquillamente essere usati in gravidanza, credo che nessun esame diagnostico sia più sicuro! Sono comunque convinto dell’importanza della presenza di un medico durante lo svolgimento della risonanza, così come dovrebbe essere presente in qualunque altra prestazione sanitaria, ma l’ esame deve essere gestito e condotto dal tecnico che al bisogno potrà contare su di lui.  Niente di più semplice e professionalmente corretto perchè, ricordiamolo, i tecnici di radiologia sono laureati. E ancora, nel 2018 c’è la teleradiografia con cui si possono inviare le immagini attraverso il web ed il radiologo può tranquillamente refertarle da qualsiasi postazione senza essere presente. Chi l’ ha pensata questa legge? A favore di chi? Con quale scopo? Invece di semplificare si deve complicare, burocratizzare, protocollare… Eppure qualcuno al governo ci aveva promesso altre cose.

Posted in news

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.