Dr Giorgio Del Gobbo
Dr Giorgio Del Gobbo | Traumatologia e Riabilitazione

riabilitazione dopo chirurgia lca

gennaio 17th, 2016 by admin

lca-piero-620x280.jpg

Finalmente! L’ ho sempre sostenuto ed ora leggo su “Medicina dello Sport” un articolo del prof. Mariani che la pensa proprio come me. Basta pensare a protocolli nella riabilitazione dopo chirurgia del LCA (e dopo chirurgia in generale). Cosa significa un mese , tre mesi, sei mesi quando non c’ è alcuna certezza sull’ evoluzione temporale del trapianto, sulla sua ligamentizzazione? Perchè non concedere subito l’ articolarità, il carico, l’ esercizio? Perchè utilizzare tutori? Non c’ è nulla che dimostri che il recupero immediato del ROM oppure il carico possa danneggiare il neo – legamento. E non c’ è nulla di definitivo che dimostri che un esercizio anche a catena aperta evitando gli ultimi gradi di estensione possa essere dannoso. E il tutore? Solo effetto psicologico. L’ unica cosa certa è che ridurre l’ inibizione muscolare artrogenica (quella derivante dal dolore al ginocchio) riveste importanza fondamentale per il successo finale. Fare in modo che il trapianto, il prima possibile, riceva gli stimoli corretti per la sua maturazione e sviluppi le connessioni propriocettive per dialogare con la sua muscolatura, questo sì, è decisivo. Il recupero allora inizia in sala operatoria dove il chirurgo deve essere attento a minimizzare i tempi, a riparare tutte le lesioni eventualmente associate, a fornire un’ adeguata terapia antalgica, a svuotare subito eventuali versamenti postoperatori in modo da eliminare tutti gli stimoli nocicettivi e permettere alla muscolatura di “risvegliarsi”. E appena uscito dalla clinica: carico, articolarità ed esercizi di tonificazione . Quella coscia deve lavorare ricevendo messaggi corretti dall’ articolazione. Da subito! Tempi e modi? Sarete voi, cari terapisti a deciderli per ogni singolo paziente. Metteteci competenza, intuito, sensibilità. Quello che la vostra professione richiede. Farete una grande riabilitazione! O preferite ancora attenervi a quei foglietti fotocopiati, sempre gli stessi da venti anni?

Posted in traumatologia e rieducazione

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.