Dr Giorgio Del Gobbo
Dr Giorgio Del Gobbo | Traumatologia e Riabilitazione

la sindrome degli “hamstrings”

Febbraio 27th, 2014 by admin

untitled1.png

 

 

Hamstrings, termine molto usato in traumatologia sportiva e di uso ormai comune, ma tutti ne conoscono il significato? Per i pochi che non lo sanno gli hamstrings sono i muscoli ischio – peroneo – tibiali, in italiano il gruppo dei flessori della gamba che per l’ appunto hanno origine dalla tuberosità ischiatica e si inseriscono distalmente all’ epifisi prossimale di tibia e perone. Il nervo ischiatico, dopo essere uscito dal bacino al di sotto del piriforme, decorre di lato alla tuberosità dell’ ischio ed è pertanto in stretto rapporto con i tendini degli hamstrings. Tutti gli sports in cui lo scatto e il salto hanno una parte preminente richiedono un grande impegno dei flessori che di frequente subiscono piccoli traumi a livello della giunzione mio – tendinea,  quasi sempre asintomatici e pertanto subdoli. Il ripetersi di queste microlesioni porta nel tempo a fenomeni cicatriziali e ad una fibrosi nell’ area inserzionale; cominciano i primi sintomi. Dolore alla tuberosità ischiatica che limita o impedisce la prestazione atletica, dolore in allungamento e talvolta dolore irradiato all’ arto inferiore, segno di una possibile compressione del vicino nervo sciatico. Dopo l’ esclusione di patologie discali e dell’ anca, un esame ecografico potrà (non necessariamente) evidenziare l’ area fibrotica. L’ esame RM in questo caso è a mio parere meno indicativo di un’ ecografia mirata. La terapia non può prescindere da una valutazione accurata della postura per evidenziare e correggere eventuali squilibri della colonna, del bacino, degli arti inferiori. Un adeguato periodo di scarico funzionale con esercizi mirati, terapie manuali e onde d’ urto, ma soprattutto una corretta e graduale ripresa atletica dovrebbero garantire la guarigione in tempi difficili da quantificare data la nota individualità della risposta muscolare al recupero dopo un evento lesivo.

 

Posted in traumatologia e rieducazione

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.