Dr Giorgio Del Gobbo
Dr Giorgio Del Gobbo | Traumatologia e Riabilitazione

dubbio amletico

Gennaio 5th, 2014 by admin

 images.jpeg

Meglio fare o non fare? Farà bene o non farà bene? Il dubbio amletico che coglie il paziente ogni qualvolta inizia un programma di attività fisica per patologie degenerative dell’ apparato locomotore. Dottore, ho cominciato a fare un po’ di cyclette ed a sollevare per 5 minuti la gamba tesa e non può capire quanto sono peggiorato! Che mi dice? Dottore, ho fatto quegli esercizi a terra e il giorno dopo…che dolore alla schiena! Smetto? Dottore, dopo aver corso avverto un piccolo fastidio al ginocchio, mi piace correre, ma se serve lascio perdere tutto! Tutti sanno che la migliore prevenzione prima e la migliore terapia poi per le patologie degenerative osteo articolari consiste nel mantenimento di un buono stato di forma fisica con particolare riferimento al mantenimento del tono – trofismo muscolare e dell’ articolarità. E allora qual è il dubbio? Ovvio che il paziente non più giovane e non abituato ad alcuna attività motoria possa avere dolori dopo i primi allenamenti, altrettanto ovvio che debba continuare! Fare 10 minuti di cyclette senza resistenza alla pedalata, sollevare la gamba, fare 10 addominali sollevando solo il capo ed appoggiare gli arti inferiori su una sedia non può in alcun modo danneggiare un ginocchio o il rachide! E comunque sempre, tra svolgere un’ attività fisica a lieve rischio per un’ articolazione e non fare nulla io consiglio la prima soluzione. I danni provocati dalla mancanza di esercizio fisico saranno senza dubbio maggiori di quelli causati da uno sport comunque a basso impatto quando il paziente non vuole o non può cambiarlo. Una corsetta in pianura per un’ artrosi d’ anca in una persona che odia l’ acqua e a casa non ha voglia di far nulla è sicuramente da preferire alla completa inattività! Se poi il dolore da esercizio diventa una scusa per la mancanza di voglia, come quelli che ti dicono che non mangiano nulla e sono 20 kg in sovrappeso, allora potrebbe essere utile un colloquio con i familiari. Ma a me già capita sempre più spesso di fare tanta fatica a parlare con certi pazienti…direi che mi basta così!

Posted in il mio parere su...

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.