Dr Giorgio Del Gobbo
Dr Giorgio Del Gobbo | Traumatologia e Riabilitazione

tutori

Settembre 6th, 2013 by admin

 images1.jpg

Distorsione di caviglia, solito iter del pronto soccorso, esame rx negativo, poi visita specialistica. Io ho l’ impressione che spesso si vada avanti a protocolli fissi, senza alcuna variabile, evitando in tutti i modi la fatica di pensare, di soffermarsi un momento su dati importanti come età, sesso, attività lavorativa, sport, aspettative… Nel caso in questione non pretendo che in sede di pronto soccorso ci si basi sulle regole di Ottawa che danno l’ indicazione precisa dei casi in cui effettuare l’ esame rx, troppo complicato (?), ma almeno si ragioni un pò sulla prescrizione del tutore. Non è a mio avviso corretto consigliare contemporaneamente lo scarico completo dell’ arto e l’ utilizzo di un bivalva. Perché? Semplice, la caviglia, in caso di distorsioni non complicate non va immobilizzata e pertanto il tutore non serve; in caso di complicazioni (lesioni condrali, gravi lesioni capsulo-legamentose, fratture) va immobilizzata completamente e pertanto il tutore non serve; se l’ arto è in scarico non ci sono possibilità di nuovi traumi e pertanto il tutore non serve. Quando allora? Eventualmente al momento della ripresa del carico per tutelare l’ articolazione da possibili banali incidenti e dare una maggiore sicurezza al paziente. E invece, come protocollo vuole in certe strutture sanitarie, la visita specialistica portava alla classica prescrizione: 15 gg. di scarico completo con limitazione allo stretto necessario della stazione eretta ed applicazione immediata di tutore bivalva da rimuovere non appena ripreso l’ appoggio. L’ ho sempre pensato che io non sono da protocolli!

Posted in il mio parere su...

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.