Dr Giorgio Del Gobbo
Dr Giorgio Del Gobbo | Traumatologia e Riabilitazione

neuroma di morton

Aprile 8th, 2012 by admin

 morton1.jpg

Spesso considerato la causa di tutti i dolori dell’ avampiede, in effetti non è così frequente e soprattutto raramente obiettivabile. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza: innanzitutto ogni volta che si utilizza il suffisso “oma” si pensa ad un tumore ed il pensiero non piace mai, anche se si cerca di spiegarne la benignità assoluta;in effetti in questo caso non ce n’è bisogno perchè di tumore non si tratta, bensì di sindrome da intrappolamento del nervo intermetatarsale al di sotto del legamento intermetatarsale trasverso, una patologia simile al tunnel carpale o tarsale. Il termine “neuroma” è pertanto improprio, ma è talmente radicato che resta difficile parlare di metatarsalgia o neuralgia di Morton. Abbiamo detto difficile da obiettivare perchè l’ esame RX è naturalmente negativo, così come spesso negativi risultano ecografia e risonanza magnetica, di conseguenza la diagnosi è clinica e spesso presuntiva dopo aver escluso fratture metatarsali, infrazioni di Freiberg (osteocondrosi della testa del secondo metatarso, anche detta di Kohler), borsiti, artriti, fratture da stress. La sede tipica è quella tra il terzo e quarto metatarso, più raramente tra il secondo ed il terzo; altre sedi dovrebbero far riflettere. La terapia si giova di un’ ampia gamma di opzioni, primariamente quella di scaricare l’ avampiede con plantari mirati e di evitare calzature con tacco alto, poi infiltrazioni cortisoniche, sclerosi chimica del nervo, neuroablazione criogenica; la chirurgia oggi è endoscopica (EDIN endoscopic decompression intermetatarsal nerve) e va ovviamente riservata ai casi resistenti a tutti i trattamenti conservativi tentati.

Posted in traumatologia e rieducazione

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.