Dr Giorgio Del Gobbo
Dr Giorgio Del Gobbo | Traumatologia e Riabilitazione

lussazione di rotula

dicembre 19th, 2010 by admin

 femoro-rotulea1.jpg

 In settimana ho visitato un ragazzo di 13 anni che durante una partita di calcio ha riportato un forte trauma distorsivo al ginocchio con rottura (a giudizio di altri e di una rm già eseguita) del legamento crociato anteriore; la cosa non mi convince mai perchè l’ esperienza e la letteratura medica mi hanno insegnato l’ estrema rarità di quel tipo di lesione in età adolescenziale. Il padre, presente al momento, mi ha riferito di aver visto qualcosa fuori posto che all’ estensione della gamba si è normalizzato con un rumore di schiocco. La visita ha rivelato un notevole gonfiore, un atteggiamento antalgico, tests legamentosi e meniscali negativi (anche se difficili da valutare in questi casi), ma soprattutto una viva dolenzia alla palpazione del bordo mediale della rotula ed una notevole apprensione alla lateralizzazione della stessa; l’ esame del ginocchio controlaterale ha fatto apprezzare una ipermobilità rotulea segna apparenti segni di disallineamento. La visione della risonanza ha mostrato uno scompaginamento della zona mediale e soprattutto un’ area di impatto osseo a livello del condilo femorale esterno. Ho fatto diagnosi di lussazione di rotula; sì, è vero, posso sbagliare, ma negli ultimi mesi ho visto ben sei casi analoghi poi confermati (ecco il motivo di questo articolo) e ritengo fermamente che la rottura del legamento crociato anteriore o di un menisco sia patologia di un’ età più avanzata. Il trattamento in questo caso è conservativo, scarico dell’ arto, riassorbimento del versamento, recupero della motilità articolare, adozione di una ginocchiera di centraggio rotuleo alla ripresa dell’ appoggio, quindi intenso programma di rinforzo muscolare selettivo ed astensione da attività sportive a rischio almeno fino alla chiusura delle cartilagini di accrescimento per poter a quel punto valutare l’ indicazione alla chirurgia, necessaria d’ urgenza solo nel caso di distacco di frammento osteocondrale per la fissazione dello stesso.

Posted in traumatologia e rieducazione

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.