Dr Giorgio Del Gobbo
Dr Giorgio Del Gobbo | Traumatologia e Riabilitazione

esercizi preventivi

Maggio 18th, 2009 by admin

 esercizio caviglia

E’ possibile limitare il numero di traumi distorsivi di caviglia ed eventualmente dedicare una parte dell’ allenamento a tale scopo?
Ne ho parlato con alcuni allenatori di basket, sport in cui questo tipo di infortuni è molto frequente e siamo tutti d’ accordo sull’ utilità di un programma di lavoro preventivo, ma se questo è possibile (e non sempre attuato) a livello professionistico, diviene quasi improponibile a livelli minori dove, con la palestra a disposizione cinque o sei ore a settimana, tutto il tempo viene dedicato alla parte tecnica.
Dovremmo allora sensibilizzare maggiormente gli atleti sull’ importanza e sui vantaggi degli esercizi preventivi, insegnarglieli (sono veramente semplici) ed invitarli a farli da soli.
Importante a questo punto decidere con i tecnici un programma di lavoro con gli esercizi essenziali, comprenderli a pieno e poi spiegarli ai ragazzi in modo che li eseguano correttamente.
Tentativo inutile? Credo di no, perché se anche uno solo dei ragazzi recepisse il messaggio e non avesse infortuni, sarà sicuramente di esempio e di sprone per gli altri; pensate poi che vantaggio tecnico e finanziario per la squadra avere qualche infortunio di meno ogni anno.
Io ci proverei…

Posted in traumatologia e rieducazione

One Response

  1. bellia rosario

    L’aspetto evidenziato dovrebbe essere una regola importante in tutte le attività sportive, non solo per prevenire gli infortuni in una visione di ottimizzazione dell’attività agonistica dell’atleta, ma anche in una visione di salvaguardia dell’integrità fisica dello stesso in una visione più ampia.
    Vivendo a contatto con atleti di alto livello, purtroppo mi accorgo che spesso questi esercizi di prevenzione e anche di “compenso” sono visti come una perdita di tempo. Solamente gli atleti che hanno subito già dei traumi sono più motivati ed eseguono in maniera responsabile ciò che gli viene proposto.
    Gli allenatori, i tecnici, i fisioterapisti devono continuare ad insistere per fare effettuare agli atleti esercizi preventivi e di “compenso”, in considerazione che l’obiettivo è importantissimo in modo globale.

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.