Dr Giorgio Del Gobbo
Dr Giorgio Del Gobbo | Traumatologia e Riabilitazione

a proposito di scoliosi…

Novembre 24th, 2008 by admin

scoliosi toracica 

“Sovente i genitori pongono la domanda sull’influenza dell’educazione fisica scolastica e dello sport nel giovane portatore di dismorfismi vertebrali. L’attività fisica e lo sport devono essere considerati inscindibilmente legati alla ginnastica medica, di cui rappresentano per così dire il “versante attivo”. La colonna di un soggetto cha ha appreso gli “schemi motori corretti” durante le sedute di cinesiterapia risponde alle sollecitazioni di carico e di squilibrio nel corso delle attività motorie con reazioni riflesse di tipo correttivo, anziché deformante. E’ quindi non solo utile, ma addirittura necessario, svolgere come complemento alla cinesiterapia anche delle attività di tipo sportivo. Esse permettono l’allenamento di qualità fisiche e neuromotorie di base, oltre a sviluppare una “immagine positiva del corpo”, elementi che risultano vitali per un giovane adolescente affetto da scoliosi. Per quanto riguarda le attività fisiche e sportive, nei giovani affetti da scoliosi sono generalmente controindicate le attività a livello agonistico, soprattutto quelle mobilizzanti il rachide, perché rendono la colonna più flessibile e quindi più facilmente deformabile. Fra queste segnaliamo la ginnastica artistica, la ritmica, la danza classica, il nuoto. Ci sembra importante ricordare un luogo comune ormai sfatato da tempo: il nuoto come “toccasana” della scoliosi. In passato, quando si riteneva che eliminare al paziente l’azione nefasta della forza di gravità potesse avere un effetto terapeutico, il nuoto, in quanto condotto in scarico, veniva considerato lo sport ideale. Oggi si sa invece che in un soggetto affetto da scoliosi è più importante potenziare le capacità di opporsi alla forza di gravità e che quindi è utile scegliere degli sport in carico. Il nuoto, se praticato intensamente, rende la colonna più mobile e quindi più facilmente deformabile. Inoltre, è stato dimostrato che nelle scoliosi con una deformazione toracica superiore grave il nuoto può essere addirittura dannoso, in quanto sviluppa un meccanismo rotatorio autodeformante, provocato dalle respirazioni forzate e dalla pressione esterna dell’acqua sul cilindro toracico deformato. E’ tuttavia da precisare che tutte le attività motorie, comprese quelle mobilizzanti, quali il nuoto, la ginnastica artistica, la ritmica e la danza, non sono mai dannose se praticate in forma ricreativa. Tuttavia, quando è possibile scegliere, è meglio praticare sport in carico che non mobilizzino eccessivamente la colonna. I dati della ricerca scientifica hanno sfatato un altro luogo comune: quello degli sport asimmetrici come “nocivi” per lo scoliotico. E’ stato dimostrato che la frequenza della scoliosi è identica nei soggetti che fanno sport simmetrici e asimmetrici. Il tennis o la scherma possono sviluppare di più i muscoli di un lato, ma non provocare o far peggiorare una scoliosi iniziale.”

Posted in traumatologia e rieducazione

2 Responses

  1. Cosimo Crucinio

    Sono perfettamente d’accordo. Sono anni che insisto nel dire le stesse cose, ma sembra che ancora oggi, e capita ancora tutti i giorni che ortopedici “distratti” indirizzino ancora verso il nuoto e non solo per le scoliosi, ma per diverse patologie del rachide.

  2. MICHELE FRANCO

    SALVE,
    ho 27 anni ed ho la scoliosi ormai da piu’ di dieci anni.Ho portato il corsetto per piu’ di due anni (quando ne avevo 16) e i medici mi consigliarono di alternare ginnastica correttiva e nuoto ma la scoliosi e’ migliorata di pochissimo…MI vietarono di fare sport con i pesi….fino a quando un giorno cambiai ortopedico (avevo ormai 24 anni) e mi consiglio’ semplicemente di fare attivita’ fisica (qualunque essa sia) in maniera moderata, di non ingrassare e di non fumare…..Oggi faccio pesi ormai da tre anni (in maniera moderatissima) gioco a calcio, non fumo e sono in splendida forma…..

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.