Dr Giorgio Del Gobbo
Dr Giorgio Del Gobbo | Traumatologia e Riabilitazione

cisti di tarlov

Dicembre 12th, 2012 by admin

lombare-sag-se-t10001.jpg

Capita a volte di incontrarle nel corso di esami RM del rachide lombo sacrale. L’ osso sacro è per l’ appunto la loro sede elettiva anche se (a me non è mai capitato) possono localizzarsi a qualsiasi zona del rachide. Sono anche definite cisti radicolari in quanto traggono origine dal perinevrio delle radici dei nervi spinali e sono riempite di liquor. Per la maggior parte di casi il loro accrescimento si arresta a piccole dimensioni, ma a volte diventano talmente grandi da provocare compressione sulle strutture adiacenti ed erosione dell’ osso sacro. In questo caso diventano sintomatiche e possono provocare dolori vaghi agli arti inferiori fino a difficoltà alla deambulazione, disturbi urinari o pelvici, sacro e coccigodinia. Il nostro paziente lamentava dolore gluteo con irradiazioni testicolari e negatività dei tests neurologici; l’ esame RM ha rivelato la presenza di voluminosa cisti di Tarlov della radice S2, probabilmente responsabile del quadro clinico. La terapia in questi casi (rari) sintomatici, fino ad ora esclusivamente chirurgica si è di recente rivolta all’ agoaspirazione e successiva iniezione di sostanze adesive (derivati da fattori della coagulazione) in modo da far definitivamente collabire le pareti della cisti ed evitare il suo nuovo riempimento.

Posted in traumatologia e rieducazione

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.